Le radiazioni sono un mezzo efficace per distruggere i tessuti tumorali e sono ampiamente usate nel trattamento del cancro. Tuttavia, tutti i tipi di organi e tessuti del corpo sono sensibili alle radiazioni e anche quelli sani possono essere danneggiati dai trattamenti con radiazioni. Pertanto, la radioterapia convenzionale (irradiazione con fasci di raggi applicati dall’esterno del corpo) può essere utilizzata solamente per alcune aree del corpo. Il fegato, ad esempio, è in grado di tollerare solamente basse dosi di radioterapia esterna. La radioterapia interna selettiva (SIRT) con microsfere in resina SIR-Spheres® con ittrio-90 colpisce il tumore (o i tumori) internamente e pertanto con una maggior dose di radiazioni che possono essere erogate direttamente al tessuto tumorale per un periodo di tempo più lungo di quanto sarebbe possibile con l’irradiazione a fasci esterni. Benché il tessuto epatico normale venga irradiato in qualche misura, la dose è di gran lunga inferiore al limite che esso è in grado di tollerare senza subire danni gravi.

Come fanno le microsfere in resina SIR-Spheres con ittrio 90 a giungere al tumore?

Il fegato è unico per il modo con cui è alimentato con sangue, in quanto è irrorato attraverso due percorsi circolatori distinti: l’arteria epatica e la vena porta. Tuttavia, i tumori epatici ricevono gran parte dell’apporto sanguigno dall'arteria epatica, mentre il tessuto epatico normale riceve gran parte del sangue dalla vena porta. Le microsfere in resina SIR-Spheres con ittrio 90 sono iniettate nell’arteria epatica in modo da essere somministrate principalmente al tumore (o ai tumori).

Le microsfere rimangono intrappolate nei piccolissimi vasi sanguigni del tumore (o dei tumori) dove emettono radiazioni che colpiscono i tessuti in un raggio di 2-3 mm circa. Pertanto, il tumore (o i tumori) è o sono danneggiati, mentre il tessuto epatico sano circostante è in gran parte preservato.

Poiché l’arteria epatica apporta circa il 10-20% del sangue al tessuto epatico normale, parte delle radiazioni raggiungerà anche tale tessuto. Il medico calcolerà quindi una dose che sarà efficace sul tumore (o i tumori) pur non causando danni o causando danni minimi al tessuto epatico normale.

Le microsfere rimangono radioattive per un tempo limitato. Dopo 2 settimane, rimane solamente il 3% della radiazione iniziale e dopo 1 mese la radiazione è scomparsa del tutto. Le microsfere che sono innocue, rimangono nel fegato permanentemente.




Now leaving sirtex.com

You are about to leave the Sirtex Web site. This link is provided to you as a service and will take you to a site maintained by a third party who is solely responsible for the content.

Please be aware that Sirtex takes no responsibility for content of these external sites, nor do we endorse, warrant or guarantee the products, services or information described or offered on other internet sites.

Click 'Continue' to proceed to the third-party Web site.

Continue

×

Now leaving sirtex.com

You are about to leave the Sirtex Website. This link is provided to you as a service and will take you to the Sirtex Virtual Booth.

Sirtex is responsible for the content of the Virtual Booth, which is hosted on a website maintained by a third-party. Except for Sirtex’s Virtual Booth experience, please be aware that Sirtex takes no responsibility for the other content of these external sites, nor do we endorse, warrant, or guarantee the products, services or information described or offered on other internet sites.

Continue

×

You are now leaving your current sirtex.com region

The Sirtex site you are linking to is intended only for healthcare practitioners and patients outside your current region. Any products discussed herein may have different approved product labeling; therefore, any information provided may not be appropriate for use in your region.

Click 'Continue' to proceed to the other Sirtex region Web site.

Continue

×

Effective May 7, 2021, SIR-Spheres will have the following indication for use:
SIR-Spheres Y-90 resin microspheres are indicated for the treatment of unresectable hepatocellular carcinoma (HCC) and unresectable metastatic liver tumors from primary colorectal cancer in patients refractory to or intolerant of chemotherapy.

Click here to view our Technical Bulletin.

Ok